GUIDONIA – Tutti in piazza, arriva il Natale della Pro Loco

25 / 11 / 2019

 L’associazione lancia il suo evento sostenuto da cave e cementerie. EcoSostenibilità insieme a mercatini, concerti, Babbo Natale, Presepe Vivente e tantissime sorprese. Il presidente Antonio Vitale: “Senso di appartenenza e comunità: sarà un Natale tutto guidoniano”

La Pro Loco di Guidonia si è presentata ufficialmente alla città, il tutto alla vigilia di una serie di eventi che avranno la parola “Comunità” come marchio di fabbrica. Ospiti del Teatro Imperiale e della padrona di casa Anna Greggi, sabato 23 novembre l’associazione del presidente Antonio Vitale ha raccontato la sua nascita, il presente e il futuro. Un futuro che guarda innanzitutto alle imminenti festività natalizie. “Quello che intendiamo portare – ha raccontato il presidente davanti a una interessata platea – alla nostra città è la riscoperta di valori come senso di appartenenza, condivisione, comunità e rispetto per Guidonia, che ha la sua storia”. Consenso unanime tra i presenti. “Siamo stanchi di sentire giudizi negativi sul nostro paese. Non è tutto da buttare: il nostro obiettivo è valorizzare e rendere visibile quello che di buono c’è. Che esiste ed è tanto”, prosegue Vitale, prima di raccontare i cardini dell’evento natalizio in programma dal 19 al 22 dicembre in Piazza Matteotti. “Sarà un Natale tutto guidoniano”, promette il responsabile della Pro Loco. E i dettagli del progetto, ancora ovviamente in corso di definizione ma completo nelle idee e nell’organizzazione, lo confermano. Il coinvolgimento delle scuole elementari, quello delle associazioni locali e dei cittadini, che subito hanno affollato la Pro Loco di richieste per partecipare con prodotti e iniziative. “L’idea centrale è quella di riportare la città in piazza”, spiega Vitale. Ed ecco dunque il cuore del progetto, che mette intorno al tema centrale, quello dell’EcoSostenibilità, laboratori sul riuso e sul riciclo dei rifiuti, piatto centrale di un menù che vedrà ovviamente la presenza di Babbo Natale, dei tipici mercatini, di una animazione a tema naturalmente natalizio, di concerti – in programma il tributo ai classici Disney della Ufo Rock Band – e di spettacoli teatrali, senza dimenticare stand gastronomici e molto altro. Tutto con l’intento di stare insieme e di tornare a condividere i luoghi della città, resi magici dalle luci di Natale. Il progetto ha visto il sostegno della Città di Guidonia Montecelio, ma anche di importanti realtà industriali del territorio. Con Vitale erano presenti al tavolo di presidenza il sindaco di Guidonia Michel Barbet, l’assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura Elisa Strani, il presidente della Società del Travertino Romano e del Centro per la Valorizzazione del Traverino Romano Filippo Lippiello e il direttore dello stabilimento Buzzi Unicem di Guidonia Dorino Cornaviera. “Siamo qui oggi – ha spiegato il primo cittadino – per confermare il nostro sostegno alla Pro Loco e a tutte le associazioni della nostra città. Ci piace pensare al progetto presentato oggi come a un rilancio: sappiamo noi per primi che in questi anni sono mancate occasioni di condivisione e comunità”. Sulla stessa linea l’intervento dell’assessore Strani. “Importante il tema proposto e importante il fatto di instaurare una rete tra le associazioni. Appena abbiamo avuti fondi per la cultura e per le associazioni, questi sono stati investiti. L’amministrazione ha il compito di essere anche tramite: il progetto presentato dalla Pro Loco e da noi accolto e proposto alla Regione è stato da questa accolto e sostenuto”. Lippiello sottolinea l’importante presenza “sociale” del settore estrattivo in città in questi mesi. “Da tempo come CVTR sosteniamo le iniziative importanti del territorio, e questa della Pro Loco certamente ha incontrato da subito il nostro supporto, come Centro, e anzi, ci piace sottolineare come la STR, la G.Poggi e la Fratelli Pacifici abbiano ulteriormente aggiunto un loro contributo. Vogliamo essere d’aiuto per la crescita della città e delle sue realtà: per questo senza dubbio aderiremo anche ad altre iniziative che riterremo importanti per la nostra mission sociale: come aziende del territorio è una risposta che va oltre il nostro lavoro quotidiano”. Un sostegno evidenziato anche da Cornaviera. “E’ giusto che l’industria mostri il suo lato positivo e propositivo. Noi lavoriamo con la sostenibilità, seguendo apposite linee guida, per questo abbiamo subito fatto nostro il progetto proposto dalla Pro Loco. Lo riteniamo un atto concreto, come il fatto di aver messo a disposizione della cittadinanza il nostro ambiente lavorativo: non bastano soltanto messaggi”. Il sipario sulle attività della Pro Loco si aprirà con il concerto del 30 novembre degli EverQueen, che rientra tra l’altro “negli obiettivi – ha spiegato Anna Greggi, intervenuta per i saluti finali – del nostro programma, quello di avvicinare i giovani al teatro. La proposta della Pro Loco di una rassegna musicale è stata una fortunata casualità, che abbiamo subito fatto nostra e condiviso”. Passato “lo scoglio” della presentazione, ora è davvero il tempo per la Pro Loco di Guidonia di mettersi al lavoro, con la concretezza tipica di chi da anni è abituato a sporcarsi le mani, lavorando con sudore e nel silenzio. Ricordiamo che tutti i soci dell’associazione vengono dal mondo del volontariato territoriale. E sono loro i primi a sapere che il vero modo di essere felici è quello di procurare felicità agli altri, lasciando il mondo migliore di come si trova. Basta solo cominciare.