Nel Nomentum capolista spicca la classe di Tiziano Petrocchi, il grande tessitore

13 / 11 / 2018

  Domenica in occasione della gara vinta 2-1 contro l’Anguillara è stato proprio lui, Tiziano Petrocchi, centrocampista centrale, ventisei anni, a suonare la carica ai suoi grazie ad un gol bellissimo direttamente realizzato con un calcio di punizione dai venticinque metri.

petrocchi-131118-2

  Petrocchi è uno specialista della battuta di questi tipi di punizione. Ha guardato la barriera, ha contato i passi e ha colpito la palla nella parte inferiore dandogli effetto in modo da scavalcare la barriera e di infilarsi in rete. Un gol bellissimo applaudito dal pubblico presente. L’ennesima prodezza di un giocatore che dall’inizio del campionato sta regalando al Nomentum prestazioni da leader. Dopo la sua prodezza ci ha pensato il “Cobra” Sacripanti a realizzare il gol che porta il Nomentum in testa al campionato. “Sono contento del mio rendimento – spiega il centrocampista amarantoblù – perché quest’anno ho raggiunto la mia maturità calcistica piena. So quello che devo fare in campo, so quello che devo fare per aiutare i miei compagni a vincere la partita. Sento la fiducia intorno a me della società, del presidente, del mister e dei miei compagni. Queste nel calcio sono le condizioni ideali per fare bene”. Petrocchi è il tessitore del gioco del Nomentum, ogni compagno sa che quando è in difficoltà per il pressing dell’avversario vicino a lui c’è Petrocchi per scaricargli il pallone e far decollare il gioco della squadra. Petrocchi si avvicina ad ogni compagno che gestisce il pallone e quando il gioco passa per i suoi sapienti passi il gioco della squadra decolla: “Questo ruolo me lo ha assegnato il Gaucho, l’ex allenatore del Monterotondo Giancarlo Morrone. Giocavo avanzato e lui mi ha tatticamente portato venti metri dietro per tessere il gioco”. Battendo l’Anguillara il Nomentum è ora solo in testa alla classifica con 16 punti, dietro Rebibbia e Civita a quota 14: “Sarà una campionato molto difficile per noi ma ci crediamo tutti. Questa squadra ha giocatori bravi, un grande allenatore e una società molto attenta. Potrebbe essere il nostro anno”. Il gol di domenica scorsa ha una dedica speciale: “Per la mia famiglia, per la mia fidanzata e per tutti i miei compagni di squadra”. La tela la sta componendo Petrocchi, il campionato potrebbe avere trovato la sua squadra leader.

di Sergio Toraldo